facebooktwitteryoutube
lucca_porta_san_donato_nuova_29

Porta San Donato nuova sorge nel lato nord occidentale delle mura fra i baluardi San Donato e Santa Croce. Fra le porte civiche è quella maggiormente conservata. La facciata esterna è caratterizzata dalla forma di proporzioni particolarmente eleganti con il corpo centrale sovrastato da un grande timpano triangolare con superfici in laterizio circoscritte da modanature e cornici di marmo. Ha un fornice unico affiancato da due porte pedonali (dette fianchette) di cui la destra è finta. Ai lati della facciata svettano le statue di San Donato e San Paolino. Il cartiglio centrale di marmo con il motto ‘Libertas’ è andato perduto, la facciata interna è molto semplice con alti finestroni che illuminano l’interno e il loggiato superiore su pilastri sotto il quale corre la strada di ronda delle mura.

L’interno è ancora articolato in tutte le parti originarie: corpo di guardia maggiore coperto da grandi volte su pilastri di arenaria, con caminetti e pozzo, la saracinesca, il corpo di guardia minore affiancato da due ambienti con feritoie adibiti a postazioni per i fucilieri. Nel corpo di guardia maggiore si trovano ancora due immagini di devozione: una Madonna affrescata sulla cappa del cammino nord e un Volto Santo in stucco sulla vicina porta della postazione dei fucilieri. Il castello della porta composto da quattro ambienti molto ampi fu in passato concesso dal Comune come studio per lo scultore Francesco Petroni (1877-1960) che vi ha lasciato il modello in gesso a grandezza naturale del monumento ad Alfredo Catalani collocato nel 1954 sul baluardo San Paolino.

La porta fu edificata da Muzio Oddi fra 1629 e 1637 dopo che fu deciso di spostare verso ovest la linea della fortificazione con il nuovo baluardo San Donato. Tale decisione determinò l’abbandono della porta San Donato vecchia costruita lungo la linea delle mura medievali. La porta prende nome dall’antica basilica suburbana di San Donato che sorgeva nell’area di piazzale Verdi e che fu abbattuta nel 1513 per fare posto alla ‘tagliata’.

Porta San Donato nuova è sede dell’Opera delle Mura di Lucca.

×