facebooktwitteryoutube

Il baluardo San Martino

Il baluardo San Martino si trova lungo il lato settentrionale delle mura fra porta Santa Maria e porta San Iacopo è di forma quasi simmetrica con i fianchi stondati. Nella parte centrale del terrapieno del fortilizio emerge ancora il torrione semicircolare realizzato entro il 1521 intorno al quale fu successivamente edificato il baluardo attuale.

Tutta la struttura è in ottime condizioni di conservazione, con i camminamenti, il doppio ordine di cannoniere su ogni lato sortite sugli spalti, collegate fra loro dall’antica sala centrale del torrione accessibile dal portico della casermetta. Nello spiazzo superiore nel corso dei restauri degli anni ’80 del Novecento è stato rimesso in luce un piccolo tratto delle mura trecentesche nel punto dove erano collegate al torrione semicircolare cinquecentesco. I sotterranei e la sortita est sono praticabili perché utilizzati come passaggio pedonale fra via Buiamonti e viale Marti.

Il baluardo San Martino, realizzato fra il 1592 ed il 1595, fa parte degli interventi progettati da Ginese Bresciani per rafforzare la parte nord delle mura particolarmente deboli per la presenza di una grande rientranza del perimetro difensivo corrispondente all’attuale piazza Santa Maria. Bresciani chiuse questo spazio con una cortina diritta, una nuova porta e con la costruzione del baluardo. Il grande cartiglio di marmo che raffigurava il San Martino sulla punta del fortilizio è andato irrimediabilmente perduto.

×