• facebook
  • twitter
  • youtube

Vincenzo Civitali 1523- 1597

Unico ingegnere lucchese coinvolto nella costruzione delle mura era figlio di Nicolao di Matteo Civitali, studiò a Roma e fu scultore e architetto. A lui sono attribuiti il monumento Guidiccioni in San Francesco e il progetto per il Palazzo Guidiccioni. Riedificò la cappella del SS. Sacramento della Cattedrale di Lucca. Nel 1557 ottenne la direzione dei lavori della nuova fortificazione ma per un contrasto con Francesco Paciotto fu costretto a dimettersi. Fu a servizio del Duca di Ferrara Alfonso II d’Este che lo portò con sé in Ungheria e gli affidò la costruzione della fortezza di Monte Alfonso in Garfagnana incarico a cui rinunciò per i contrasti fra il duca e la Repubblica di Lucca. Nel 1588 -1589 tornò a dirigere i lavori delle mura di Lucca intervenendo alla piattaforma San Frediano e nella progettazione e costruzione del baluardo San Donato vecchio (poi demolito) e della vicina porta omonima ma in seguito alle conseguenze del suo spirito polemico e ai crolli del baluardo fu costretto di nuovo a dimettersi.

×