facebooktwitteryoutube

Muzio Oddi 1569 -16

Ingegnere, architetto e matematico dal 1595 fu al comando dell’artiglieria del duca d’Urbino e poi ingegnere ducale. Imprigionato per tradimento fra il 1600 ed il 1609 andò poi in esilio a Milano dove ebbe la cattedra di matematica alle scuole palatine dal 1610 al 1625. Trasferitosi a Lucca fra il 1625 ed il 1636 diresse i lavori delle fortificazioni e la costruzione della cappella del Santuario in San Martino. Fu in seguito architetto della Santa Casa di Loreto e infine lettore di matematica a Urbino. Scrisse trattati fra cui De gli horologi solari (1614 e 1638); Dello squadro (1625); Fabrica et uso del compasso polimetro (1633), e pubblicò Precetti di architettura militare (1627) del fratello Matteo. Per la Repubblica di Lucca realizzò il nuovo tratto ovest delle mura con il baluardo San Donato nuovo, porta San Donato Nuova e le relative cortine e mezzi baluardi di collegamento Santa Croce e San Paolino.

×