facebooktwitteryoutube

La Montagnola e la collezione etnobotanica

La montagnola, realizzata in grossi blocchi rocciosi e percorsa da un sentiero elicoidale, è destinata alla flora spontanea delle montagne lucchesi, il Monte Pisano, l’Appennino e le Alpi Apuane. Qui sono particolarmente diffusi alberi e arbusti sempreverdi: grandi lecci (Quercus ilex), le filliree (Phillyrea latifolia, P. angustifolia), il lentisco (Pistacia lentiscus), il bosso (Buxus sempervirens), i ginepri (Juniperus communis). A proposito di flora autoctona, la collezione etnobotanica è costituita da molte specie erbacee (soprattutto Apiaceae, Asteraceae, Brassicaceae, Caryophillaceae), i cosiddetti “erbi”, adoperate nella tradizione popolare lucchese sia in cucina sia per la cura di lievi affezioni.

×