facebooktwitteryoutube
Dreamer Image Post

‘La zattera dei migranti’ alla Casa del Boia

la-zattera-dei-migranti

Aprirà sabato 19 settembre 2015 tutti i giorni dalle 15,30 alle 19,30 alla Casa del Boia la mostra di Lorenzo D’Andrea, il celebre pittore affermatosi oramai nel panorama artistico e che, proprio a Lucca è nato. Un’esposizione di alto valore culturale perché rappresenta un viaggio alla riscoperta di tanti volti noti della nostra epoca. Saranno infatti esposti una lunga serie di rappresentazioni di persone importanti della vita politica, culturale e religiosa della nostra epoca. Solo per citarne alcuni, tra le opere esposte vi saranno i ritratti di Papa Francesco, Giovanni Paolo II, Rita Levi Montalcini, Mario Luzzi, Gianni Angelli, Giulio Andreotti. E poi ancora: Marcello Lippi, Pierluigi Collina, Massimo Moratti. Tra i ritratti di persone note anche quelli di Jerry Scotti e Zucchero.

Questa mattina l’esposizione è stata presentata in anteprima dal sindaco Alessandro Tambellini, dal presidente di Opera delle Mura Alessandro Biancalana, dal pittore Lorenzo D’Andrea e dall’artista Nicola Domenici.

Tra le opere esposte viene presentata in prima assoluta quella chiamata “La Zattera dei Migranti” di dimensioni 2×5 metri, che il pittore ha voluto mostrare per la prima volta nella sua città natale. L’artista prende spunto, artisticamente, dalla famosa opera di Théodore Gericault “La Zattera della Medusa” opera del 1818 che riprende un naufragio avvenuto al largo della Mauritania di una nave francese in cui persero la vita 250 persone e solo 15 vennero tratti in salvo dalla nave Argus. Ciò che D’Andrea vuole rappresentare in questa opera monumentale, con una pittura tutta in bianco e nero (solo qualche accenno di rosso), sono il dramma e la disperazione affrontata dall’uomo che lascia il proprio paese alla ricerca di una vita migliore per se e per i propri cari. D’Andrea dipinge quest’opera in bianco e nero e con pennellate violente, rabbiose, lasciando trasparire tutta la sua partecipazione al dramma.

Nell’esposizione sono inserite anche diverse sculture dell’artista Nicola Domenici. La mostra, che sarà inaugurata sabato 19 settembre alle ore 18, resterà aperta fino al 18 ottobre dalle 15,30 alle 19,30 ad ingresso libero.

Cenni biografici
Lorenzo D’ Andrea Pittore-Scultore nasce a Lucca nel 1943 da padre siciliano e madre lucchese. Compie gli studi al Liceo Artistico di Carrara e al Politecnico di Milano. Dal 1961 inizia ad esporre in gallerie e musei di Milano, Roma, Amsterdam, Parigi, Lucerna, Treviri, Bonn, Genova, Cracovia, Nizza, Pietrasanta, Massa, Seravezza, Como, Montecarlo Principato di Monaco. Fondamentale l’incontro con Barbara Grifoni nel 1978.

Scritti e saggi sul suo lavoro: Franco Russoli, Raffaele Carrieri, Enzo Fabiani, Giulio Andreotti, Armando Cossutta, Oliviero Diliberto, David Lajolo, Adolfo Lippi, Massimo Bertozzi, Nicola Micieli, Klaus Honnef, Pietro Cascella, Leonida Repaci, Fausto Liberatore, Carlo Munari, Luigi Cavallo, Gianni Dova, Mario Luzi, Franca Bacchiega, Mario Bacchiega, John Allit, Paolo Cristofolini, Franco Solmi, Enrico Bellati, Gian- carlo Vigorelli, Tizziano Lera, Costantino Paolicchi, S.E. Cardina- le Stanislao Dziwisz.

Dipinge, tra gli altri, i ritratti di San Giovanni Paolo II, Papa Francesco, Cardinale Ersilio Tonini, Giulio Andreotti, Gianni Agnelli, Andrea Bocelli, Daniele Lucchesi, Renato Guttuso, Gerry Scotti, Pietro Cascella, Mario Luzi.Sue sculture monumentali sono collocate a Lido di Camaiore, Chiesa Valmarenco Sondrio, Portofino (Museo del Parco), Olbia, Golfo Aranci. Vive e lavora in Toscana e Sardegna

×