facebooktwitteryoutube
Dreamer Image Post

Partono in primavera i nuovi restauri alle Mura

porta_san_donato_nuova_2014

Sottoscritto l’accordo di programma con la Regione Toscana per il finanziamento che servirà a riqualificare e valorizzare il principale monumento della città, le Mura urbane. In particolare si tratta del restauro dei sotterranei dei baluardi Santa Croce, San Martino e San Paolino e della realizzazione dell’impianto di illuminazione del paramento da Porta Elisa a Porta San Iacopo. Tra i firmatari dell’accordo che stanzia una somma di 2.452.248,84 euro, oltre al Comune di Lucca ci sono anche la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana, la Soprintendenza per i beni architettonici, paesaggistici, storici ed artistici per le province di Lucca e Massa Carrara e la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca. La firma dell’accordo scaturisce dalla sottoscrizione del Protocollo d’Intesa tra Comune e Fondazione Crl che ha permesso la realizzazione di numerosi interventi sulle Mura Urbane tra cui il restauro dell’ex Casa del Boia, la Casermetta S.Salvatore e la Casermetta S.Pietro (inaugurazione prevista a gennaio) per complessivi 4 milioni e 600 mila euro.

“Un complesso di interventi importanti che permetteranno di riscoprire ambiti della città rimasti nascosti a lungo – ha spiegato il sindaco Alessandro Tambellini e l’assessore ai Lavori Pubblici Francesca Pierotti – I lavori infatti riporteranno a nuova luce, e ridaranno quindi nuova vita, ai suggestivi sotterranei che potranno così accogliere anche attività peculiari in un’atmosfera pressoché irripetibile. Infatti la volontà dell’amministrazione è quella di rendere tali spazi location accoglienti anche, ad esempio, per l’esecuzione di performance o installazioni temporanee. Ma non solo, si pensa anche alla possibilità di installare nei sotterranei materiale video a scopo didattico – informativo”.

Nei sotterranei i lavori prevedono il restauro di tutte le superfici a vista e l’eliminazione delle infiltrazioni di acqua provenienti dalle volte così da tenere soffitti e pareti asciutti. Sarà inoltre realizzata l’impiantistica necessaria per installare un’illuminazione in grado di valorizzare l’ambiente. Saranno poi restaurate e consolidate le pavimentazioni in pietra esistenti mentre, quelle in terra battuta, saranno reintegrate con materiale similare e costipate così da uniformare l’assetto. Verranno inoltre ripristinati tutti i percorsi che, dai baluardi, portano all’esterno degli spalti: in questo caso si prevede di utilizzare la pavimentazione esistente, integrando le parti mancanti.

Per dare il via agli interventi, il cui inizio è previsto entro marzo 2015, la Giunta municipale dovrà approvare i progetti esecutivi per gli interventi. La fine dei lavori per il restauro dei sotterranei è prevista per novembre 2015. La ripartizione dei costi sui tre spazi è così prevista: circa 709 mila euro per il sotterraneo del Baluardo S.Croce, circa 697 mila euro per il sotterraneo del Baluardo San Martino e circa 620 mila euro per i lavori nel sotterraneo del Baluardo San Paolino.

Il finanziamento regionale comprende inoltre la realizzazione dell’illuminazione del paramento delle Mura da Porta Elisa a Porta San Iacopo (circa 424 mila euro) al fine di perseguire l’obiettivo di rendere omogenea l’illuminazione per l’anello delle Mura. Anche l’inizio di questo intervento è previsto entro marzo 2015 e la fine per il settembre dello stesso anno.

×